Trips

Nippo-tourism vs. slow-tourism

Ech, non so decidermi.

Neanche una settimana fa questo viaggio sembrava il modo migliore e più economico per conoscere meglio tutti gli Stati Uniti. Ho pensato, che se sono già stata a Washington un paio di giorni nell’anno scorso e avevo anche visto dei musei, allora, perché mai dovrei rimanere lì tutto il mese? Potrei vedere invece un sacco di cose, come le cascate Niagara o New Orleans, Dallas, Verona beach, chesso, tutti gli Stati Uniti!!!

Poi stamattina ho controllato, come arrivo dall’aeroporto all’albergo e me ne sono resa conto di quanto sono ingenua ed abituata alle dimensioni europei. La città è gigante. Il pezzo che avevo visto io è niente, era solo un pezzo, era solo il centro turistico. Non conta quasi nulla.

Qui abbiamo fatto le passeggiate su e giù tutto il giorno, anzi anche il secondo giorno ci siamo allontanati solo poco, siamo andati fino alla Casa Bianca, e poi finiti di nuovo sul Mall, per vedere la giacca di Fonzie nel Museo della Storia Americana e poi abbiamo finito il giro al National Smithsonian Zoo.

Ma questo sarebbe tutta la città?

Vedendo la mappa, come arrivare a Reston – dov’è il mio albergo probabilmente – dall’aeroporto Dulles International Airport, già ho capito tutto.

Sul sito dell’albergo http://www.homesteadhotels.com/hotels/washington-d-c-reston-areainfo.html ho controllato, a cosa starò vicina.

La lista:

DC Museums
Fair Oaks Mall
Georgetown
Luray Caverns
Reston Town Center
Tysons Corner Mall
Washington Zoo
White House

Conoscendo i DC Museums, lo Zoo e il White House sono andata a vedere Georgetown. Giusto per….: http://en.wikipedia.org/wiki/Georgetown_(Washington,_D.C.)

Ho capito che non posso andare in giro ed usare DC come se fosse solo il punto di partenza per i miei viaggi, perché DC in sé è già un punto di arrivo.

Sono andata sul sito del Fair Oaks Mall per controllare il negozio di una compagnia per reti mobili, il Verizon.  http://www.shopfairoaksmall.com/shopping (dove probabilmente comprerò la mia scheda SIM per avere internet mobile )

Ci sono 37 negozi di moda femminile, 19 posti da mangiare, in cui il Cheesecake Factory – mi interessava, se era semplicemente una pasticceria americana o un ristorante – ha un menu con oltre 200 pasti. Mi girava la testa.

Mi sono stancata a vedere la pagina.  È troppo. Io che sono abituata ad andare al “più grande centro commerciale dell’Adriatico”, in cui ci sono forse 9 posti, dove mangiare e 27 negozi di abbigliamento in totale (sport, bimbi, maschi, femmine) mi troverò in una città che ha davvero TUTTO.

Questo certamente cambia le carte in tavola. Dopo di avermi svegliata dall’imbarazzo della scelta, assolutamente devo, DEVO trovare il punto ad usare. Oltre i parchi per correre e i posti e cinema – tutti i film in anteprima rispetto ad Europa -, devo trovare quello che non avevo mai fatto per mancanza del tempo o possibilità e farlo in questo mese…

Quindi: slow-tourism, solo DC, ma tutta!

Standard

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s