Trips

Arrivata

Il bilancio è positivo.

Perché?

Positivo:

1. Sono arrivata.

2. La valigia è arrivata con me, senza apparenti danneggiamenti o problemi.

3. Ho trovato un posto per cambiare soldi.

4. Ho trovato un taxi che mi ha portato a casa per 14,5$ (con mancia a mano corto 16$).

5. La stanza che mi è stato concesso

6. è pulito e non è troppo piccolo

6. ha davvero internet

7. ci sono pure piatti e forchette (2 pezzi)

8. C’è un negozio gigante dall’altra parte della strada,

9. ristorante italiano,

10. subway,

11. banca in immediata vicinanza (meno di 300 metri).

Negativo:

1. Ho aspettato 2 ore per il security check nella fila B, per poi rispondere a una semplice domanda: di cosa mi manterrò per il mese di permanenza, cioè quanti contanti ho in tasca? (250 € e 3 carte di credito, senza mostrare nulla, mi ha poi concesso l’apertura della porta verso l’EXIT). Gli ufficiali non sembravano essere nervosi o particolarmente veloci nonostante una fila di ca. 60 persone, anzi. Dopo ogni 3-4 persone si sono raccolti per una risata, per qualche batuttina.

2. I soldi mi hanno cambiato con un cambio di 1,18 (ultima mia notizia erano ca. 1,52, infatti con un cambio così domani volevo prosciugare una delle mie carte).

3. Il tassista aveva ca. 70 anni ed era sordo. (mi ha chiesto di parlargli con la voce molto alta, perché non mi sente. Questo siamo arrivati all’albergo, lui voleva scendere ed io con la voce veramente tranquilla gli ho detto che prima di scendere, preferirei pagare. In quel momento i suoi orecchi funzionavano alla meraviglia poi, finché non gli dovevo ripetere che gli lascerò solo poco più di un solo e povero dollaro come mancia. Allora ha richiesto ancora due volte. Quanto devo ridare di 20$? Ma quanto? Stavo per dirgli: niente, lasci perdere, mi ridia pure il resto e pace.)

4. Le forchette sono storte,

5. la unica pentola non ha alcun coperchio

6. Il pulsante per far diventare verde il semaforo per i pedoni funziona solo all’andata, al ritorno ho aspettato 7 minuti, dopodiché avevo attraversato osservando il semaforo delle macchine. (La strada ha 4 corsie….in entrambi i lati.)

Quindi decisamente ho chiuso un bilancio positivo. Ach, la mia carta di credito Visa Gold di IngDirect, voto extra-verypoor – ricordiamoci di dirlo a Lella – non sono riuscita ad utilizzare. Mah…domani vedo cosa ci posso fare. Con solo due carte di credito sarà difficile. Volevo comprare, quanto potevo. Forse di nuovo ricarico il ricaricabile.

Per oggi non ho visto altro – dopo l’arrivo e il security check erano le ore 18 locali, quando riuscivo ad uscire dalla stanza, non volevo rischiare una gita in città, sono andata solo per compare il necessario – 70$ – al negozio di fronte. Decisamente il negozio – non centro commerciale, solo una catena conosciuta, il Target – è troppo grande per me. Lo volevo girare con un semplice cestino, senza prendere il carrello. Sbagliato. Dopo 15 minuti il cestino era pieno, in una mano portavo i miei cereali già, l’altro mio braccio voleva strapparsi e non avevo ancora il cavatappi e il sugo per il mio primo pasto americano: spaghetti integrali Barilla con sugo di quattro formaggi da Bertolini.  (Domani prendo qualcosa veramente americana, ho visto dei fantastici hamburger, il mais, del pane, patate, fagioli, insomma, ci si starà bene qui, basta riuscire a girare il negozio. A proposito cavatappi: Il Chateau St. Jean di California del 2007 http://www.snooth.com/wine/chat-st-jean-cabernet-2007/ è davvero buono. Mi farà dormire finalmente. Credo di non dormire ora da ca. 23 ore. Non sono abituata a questo ritmo. Tanto no, che dopo di aver comprato il vino, per cui, dato che è un’alcolico, devono registrare la mia data di nascita, il manager del negozio mi ha guardato e con il suo stile americanissimo – ovvero bocca aperta troppo largamente e i vocali sono tirati a lungo almeno due volte troppo del necessario – mi ha detto: “you look soooo ooooooold”. Sì, la volevo spararla, mi sono limitata a dirle che sono appena arrivata dall’Europa dopo 15 ore di volo, la sfido di avere una faccia sooo yooooung. Ma forse le mancava solo il solito sorriso americano. Son’strani ‘sti ammericcani, aough. Come corno si permette, scusami?)

Il negozio, dicevo, è troppo grande. Di latti ce ne sono un corridoio, infatti, bisognerebbe dire che di ogni tipologia di alimenti ce ne sono un corridoio. Ca. come a casa, ma qui forse il corridoio è più grande. (ovviamente non capisco neanche le quantità, ho preso ad occhio una bottiglia di latte che era 1/2 gallon (arrivando a casa, sul weather channel (!!!!! dove dopo il tempo fanno vedere programmi sul tempo, tipo disastri temporali…. (Ach, è votano i video più fighi sul tempo e temporali, nevicate, altri fenomeni atomosferici mandati dalle persone i video. Oggi per esempio ha vinto un ciclone, girato dalla macchina, mi pare in Yutah, ma forse lì oggi nevicava. Non mi ricordo, perché nel frattempo combattevo con i miei spaghetti integrali a scolarli senza scolapasta e coperchio) ) avevo visto il tempo, domani a Washington ci saranno ca. 38°. Non so che tipo di °. Forse Kelvin, o Fahrenheit. Celsius di sicuro no, perché fa freddo cane. Sempre cammino senza capotto, ma ho freddo)).

Le persone non si meravigliano sul mio accento, che da un lato può essere ovvio, dall’altro lato, in Italia, in qualsiasi fila sto ed inizio a parlare, francamente tutta la fila si gira per vedere, dov’è e qual’è la straniera.

Cioè il normale è lo strano.

Francamente mi diverto finora. Domani vorrei stabilire i miei ali, cioè le fermate vicine e l’ultimativo come arrivare in centro. Vorrei anche andare nel Reston Town Center e mangiucchiare qualcosa di fastfood per pranzo che finora non ho fatto.

Ora superstanca, a casa sono le 2:50, Fufi tra un po’ si laza per miagolare. Io vado a letto. Bacini, cari ascoltatori, Laura e Dany (<– il sarcasmo spesso deve essere costruttivo…)

Standard

2 thoughts on “Arrivata

  1. Marco says:

    Ho letto il post – dettagliato e simpatico 🙂 – buon primo giorno (per Expert) negli States 🙂 e in bocca al lupo 😛

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s