Trips

San Francisco

Sono in viaggio. Di nuovo. Ok, essere in viaggio è relativo. (con tutte queste teorie di relatività sto diventando un Zweistein)

Io mi sento in viaggio, da quando non sono a casa mia – e sapete, quanti anni mi è costato saper dire di essere “a casa” per un posto? Dopo 10 anni di vagabondie finalmente a Riccione…strana storia, quando in giugno 2000 sono entrata in quell’appartamento, quasi non conoscevo neanche Giorgio, già mi immaginavo, quanto sarebbe stato bello, se avessimo potuto vivere lì, se quell’appartamento sarebbe potuto essere il mio punto di riferimento per il mondo. Un posto tranquillo, piccolo, carino, vicino al mare. E guarda caso, dopo 10 anni il mio posto, la mia casa è proprio lì, a Riccione.

Stamattina alle 5:41 ho preso il treno per andare a Modena, di dove poi questo sabato partiamo per San Francisco. (la metà finale del viaggio è San Ramòn, dove facciamo un workshop con dei clienti del Chevron. Sarà interessante, sicuramente mi tranquillizza per un paio di mesi di nuovo. O mi sporna. Dopo l’ultima volta che sono tornata dagli Stati Uniti, ho imparato l’RDF – in teoria, non ho mai scritto un’ontologia, ma almeno so dire altro che:  ööööh, sì, ci sono delle triplettte” – e ho ripreso a prendere lezioni d’inglese. Dopo questa volta cosa farò? Di nuovo python?  :-DD Speriamo di fermarmi lì.)

Dicevo, quanto è relativo essere in viaggio. Come tutte le cose. Ormai è “ufficiale”, che io prima di partire – per me la partenza era quindi oggi, stamattina – sono di un nervoso, che meglio non parlare con me. Appena lascio casa, mi tranquillizzo. Il mondo diventa il mio compagno, la mia casa, riesco a staccarmi dai miei problemi, dai miei abitudini – che sono il primo nemico per condurre una vita piena ed interessante, fossilizzano, danno una falsa tranquillità, come andare per 10 anni sempre allo stesso posto in vacanza, scegliendo lo stesso albergo, magari anche i stessi compagni di viaggio, ma allora il resto del mondo sta lì gratis e fa solo di contorno? È la stessa cosa, se uno lavora sempre allo stesso posto? O se per 10 anni fa sempre lo stesso sport?

Questa relatività mi accompagna già in tutta la mia vita (vedi Zweistein) e in questi giorni si amplifica ancora. Penso molto quanta differenza c’è tra una persona competente ed una diligente. Quant’è diverso saper parlare tanto a non lasciare parlare l’altra persona, quindi sembrare l’unico ad avere un’opinione  e saper ascoltare, perché uno non si sente in pericolo a perdersi neanche, se gli altri pensano su una cosa diversamente. Quanto è diverso solo risolvere un problema o trovare la strada giusta per la soluzione. Come ogni soluzione ottimizzata che da miglia si distingue dalle soluzioni degli amateur.  Ma va bene così, io devo imparare ad essere paziente. (paziente è uguale a scema?)

Sì, oggi il mio post non ha molto senso per le altre persone, più un entry di diario…mi dispiace.

Ma quindi: sono pronta per questo viaggio?

1. Oggi ho una lezione con David, in cui presento l’inizio del workshop, tanto perché la prima impressione sarà importante anche davanti ai scettici e linguisticamente poco formati geologi

2. Ho un paio di ppt, che posso ancora cambiare, appena capisco, quale sarà il materiale che dobbiamo consegnare alla fine del workshop. (the horrible word: deliverable)

3. Ho con me il passaporto, il biglietto è comprato, l’albergo è prenotato, l’assicurazione devo solo firmare.

4. La guida per San Francisco compro sull’aeroporto, San Ramòn è piccolo ed insignificante, va bene anche senza guida.

5. Le carte di credito pieni, oggi è il 1° settembre.

Direi quindi di sì. See you later (alligator)

Standard

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s