Trips

Niente sesso!

Il mio terrore è da piccola, se rimango fuori da una cosa, attualmente considerata cool.

Nel tempo si è praticamente solo cambiato, cosa considero come cool.
Mentre a 16 anni mi sembrava la cosa più fica, diventare la prima della classe e nello stesso tempo uscire a ballare ogni sera, ora considero cool riuscire a seguire le novità che si offrono nel mondo tecnologico anche a trentasei anni (uno dei miei terrori è che il mio figlio saprà gestire un telecomando del prodotto attuale meglio di me (oltre ad avere il terrore di non avere mai un figlio), ma non perché quel prodotto è di difficile gestione, invece, perché io rinuncio a voler capire.

Pensiamoci, un mio professore, anzi, uno dei miei mitici professori, che è riuscito a farci spiegare il funzionamento del Hidden Markov Model in una pausa di cinque minuti, quando il candidato che doveva originalmente spiegarlo, era andato a prendersi una penna e questo noto professore non voleva far passare il tempo a vuoto, e quindi ha comparato i stati nascosti di una catena di Markov a posti o fermate di un viaggio, di dove si manda tutte le cartoline alla fine del viaggio alla mamma, quindi la mamma a casa non sa, quando il figlio è stato durante il viaggio in un posto preciso. Un paio di mesi dopo questa sbalorditiva lezione lui stesso ha ammesso, che il suo figlio di tre anni sa gestire il telecomando di un videoregistratore meglio di lui. È caduto nella mia scala di miti all’ultimo posto….)

Ma cosa vuol dire tutto questo?
Ormai lo so, che la organizzazione di un viaggio per India, come piacerebbe a noi, richiede molto tempo, che noi non vogliamo veramente investire, ma nello stesso tempo non vogliamo neanche ad avere un tour-operator che ci dice, dove dobbiamo girare a quale angolo.

Quindi dopo che abbiamo decisa la tappa – ultimo post – ho visto che tra Agra e Varanasi c’è un posto meraviglioso, dove ci sono tutti i palazzi con le statue erotiche. Geograficamente si trova ca. 600 km al Sud da Agra, ca. 270 km al Sud da Varanasi. Entrabme le tappe le faremo, ma andare in questo paese del X. secolo, che sembra meraviglioso, ad accendere i sensi di vecchi lupi, come noi, è decisamente fuori. Voglio dire, 300 km, sono come andare quasi in un altro paese in Europa, poi con tutti i mezzi a disposizione vorrebbe dire davvero “perdere” due giorni…..

Insomma. Devo rendermene conto, se andiamo in India, non si farà tutto in un solo viaggio. Possiamo tornarci, sì, volendo anche più volte, ma per conoscerlo meglio, dobbiamo rassegnarci che il viaggio che ci siamo preparati è già molto vasto e sarà difficile a sostenere ogni tappa anche così, quindi anima in pace….niente sesso questa volta (almeno non sulle pareti dei palazzi).

Standard

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s